sabato 16 novembre 2019

LIBRERIA PUNTO EINAUDI
ore 17.30
PALESTINA, IRONIA E RESISTENZA
Il meglio dal Nazra Palestine Short Film Festival

Nazra Palestine Short Film Festival è lo sguardo che ognuno di noi ha della Palestina. Lo scambio di questi sguardi cinematografici, diventa un percorso itinerante e diffuso, aperto ad ogni collaborazione esterna che rispetti lo spirito e la visione del Festival. Nazra accoglie cortometraggi girati sulle tematiche coerenti con la proposta del bando, e provenienti da ogni angolo del mondo, con l’obiettivo di offrire una visione ampia e diversificata sulle realtà socio-politiche e culturali palestinesi.

In questa prima occasione di incontro della città di Reggio Emilia con il cinema della e sulla Palestina, si mette in mostra la vitalità del popolo palestinese. Nel corso della serata sarà possibile confrontarsi e discutere con un rappresentante del Nazra Palestine Short Film Festival.

SALA DEGLI SPECCHI DEL TEATRO VALLI
ore 18
COSE CHE NON SI ASSOMIGLIANO NEANCHE

di Piergiorgio Casotti, narrato da Vasco Brondi
Un film sul Festival Aperto
voce di apertura Antonio Rezza
con la partecipazione straordinaria di Angelo Martini, Luciano del Rio
produzione Reggio Parma Festival, coproduzione Fondazione I Teatri Reggio Emilia / Festival Aperto con il sostegno di Mibac, in collaborazione con Comune di Reggio Emilia

Una persona (interpretata da Vasco Brondi) segue per la prima volta il Festival Aperto. Si imbatte in aneddoti e vecchie storie. Nascono domande, a volte senza risposta. Quanti passaggi! Dal ventre profondo dei tre teatri del Festival alla città trasfigurata…

TEATRO SAN PROSPERO
ore 21
SALUTI DALLA TERRA
Teatro dell’Orsa
di e con Monica Morini e Bernardino Bonzani
musiche Gaetano Nenna e Antonella Talamonti
video Alessandro Scillitani
ricerca Annamaria Gozzi
in collaborazione con Fridays For Future Reggio Emilia
(ingresso 10 €)

Questa casa è in fiamme? O siamo noi a cuocerci lentamente, come rane ignare, nella pentola che abbiamo acceso? Cosa sappiamo e non vogliamo credere? Di cosa ci preoccupiamo davvero? Dal ghiaccio per gli spritz, alla plastica galleggiante dentro le nostre vite fino ai ci pensiamo domani.
Il rischio, parlando di emergenza clima, è di fermarsi ancor prima di iniziare. Di non agire. Forse, come il Barone di Münchhausen, ci salveremo dalle sabbie mobili tirandoci fuori per i capelli.
Greta e milioni di giovani si muovono e chiedono un cambiamento radicale nel nostro stile di vita. La Terra non ci appartiene, siamo noi che apparteniamo alla Terra.

a seguire
SELEZIONE INTERNAZIONALE DI CORTOMETRAGGI

ARTEM SILENDI (France) – 7’ 25’’ – spazio libero
INANIMATE (Italy) – 8’ – spazio libero
THERMOSTAT 6 (France) – 4’48” – terra
NOVEMBER 1ST (UK) – 24’ 40’’ – spazio libero
IL MONDIALE IN PIAZZA (Italy) – 15’ – cittamondo
RELICIOUS (Italy) – 8’ – laicità
CAMILA (Mexico) – 14’ 56’’ – spazio libero
PARRU PI TÌA (Italy) – 14’39’’ – spazio libero
NEVOEIRO (Portugal) – 15’ – spazio libero – ANTEPRIMA ITALIANA
THE GIRL (Belgium) – 16’ – terra